Corso “Doll Therapy: l’arte del contatto” inizia l’8/10

“TERAPIA DELLA BAMBOLA: L’ARTE DEL CONTATTO”

CORSO BASE

 

Il contatto fisico ed emotivo a servizio della persona affetta dalla patologia di Alzheimer ed altre forme di demenza senile.

Destinatari: Medici, Psicologi, Educatori, Operatori Socio Sanitari, Animatori Sociali,
Infermieri, Fisioterapisti, Terapisti Occupazionali e tutti i professionisti che si occupano di relazione d’aiuto.
Docenti: Romana Ferrari
Durata; 8 ore in un giorno l’8 ottobre 2019
Sede: Centro Il Fuligno Via Faenza, 48 Firenze
Costo: 70,00+ IVA se dovuta
Iscrizione: Scarica il Modulo iscrizione e pagamento Doll Therapy e invialo entro l’inizio del corso a info@centrostudiorsa.org. Per informazioni 329 6067268 –

La terapia della bambola

La malattia di Alzheimer toglie gradualmente alla persona che ne è colpita la capacità di
comprendere il mondo circostante e di comunicare con ciò che la circonda. Permane invece intatta
quella spinta emotiva ed affettiva che parla attraverso il corpo che riflette fedelmente i sentimenti, i pensieri, l’umore, i ricordi e racconta nel suo linguaggio silenzioso emozioni, slanci, moti della
mente e del cuore che le parole non riescono più a tradurre.
Il tatto riveste un ruolo importante sia nei processi cognitivi che in quelli emozionali. Per questo, la
Doll Therapy (terapia che attiva relazioni tattili, sistemi di accudimento e di esplorazione,
rievocando sensazioni ben fissate nell’inconscio) entra di diritto tra le terapie complementari e non
farmacologiche impiegate nella patologia di Alzheimer, finalizzate a stimolare l’espressività
corporea e la comunicazione di tipo sensoriale, emotivo e relazionale.
La terapia della bambola, in sinergia con le terapie farmacologiche, offre la possibilità di far
riemergere risorse ancora presenti, ma che sembrano essere irraggiungibili; migliora le capacità
funzionali; riduce le problematiche comportamentali; rende l'intervento di aiuto e il percorso di cura
facilmente sostenibile per il caregiver; migliora in modo significativo la qualità di vita sia del nucleo
protetto nel suo insieme che dei singoli pazienti.

Obiettivi della formazione

  • Introdurre i partecipanti al mondo delle terapie “complementari”
  • Fornire concetti base sulla terapia della bambola
  • Esplicitare la relazione con l’Empathy Doll
  • Fornire indicazioni per il corretto uso della bambola terapeutica
  • Indirizzare a corrette modalità di selezione, valutazione e monitoraggio dei casi trattati

Contenuti

  • Il corso prevede le seguenti fasi di lavoro :
    Laboratorio esperienziale creativo: riconoscere le emozioni
  • Laboratorio esperienziale sensoriale di contatto e relazione (partendo da un “sentire” sul
    proprio corpo) per comprendere meglio la potenzialità terapeutica dell’oggetto bambola,
    attraverso simulazioni con lavori di gruppo e l’analisi di casi clinici.
  • Lezione frontale: caratteristiche delle Empathy Dolls; utilizzo appropriato delle bambole
    terapeutiche; modalità operative per selezionare, valutare e monitorare nel tempo i casi clinici; tecniche di inserimento ed applicazione della terapia della bambola nei diversi
    contesti di cura, come strumento di applicazione per la prevenzione dei disturbi del
    comportamento, come strumento per stimolazione di attività prassiche e di relazione.
  • Presentazione, analisi e discussione di casi clinici pratici. Utilizzo di strumenti video.
  • Verbalizzazione dell’esperienza

Metodologia didattica

E’ prevista un’alternanza di parti teoriche con esercitazioni pratiche e visione di video per
permettere maggior acquisizione della tecnica.

About the author

Articoli correlati

JOIN THE DISCUSSION